Pasticceria Vigoni

Corso Strada Nuova, 110
27100 Pavia PV
Itinerario: 
Scopri Pavia tra shopping e tradizione
Telefono: 
0382/22103
Range di Prezzo: 
20-30€
Tipo di cucina: 
Piatti con prodotti locali
Specialità: 
Torta Paradiso Vigoni, Colomba di Alboino®, Baci del Signore
Orari: 
Lun - Dom: 8:00-19:30

La Pasticceria Vigoni opera nel settore dell’alta pasticceria dal 1878 ed è la più antica pasticceria di Pavia.
Negli anni le tecniche di lavorazione si sono adattate al passare del tempo e alle nuove norme, ma l’attenzione verso il prodotto di alta qualità da sempre caratterizza il nostro modo di operare. L’attenzione per la qualità parte dall’accurata selezione delle materie prime, sempre di primissima scelta, che vengono successivamente lavorate da pasticceri, formati per un lungo periodo all’interno del laboratorio Vigoni, durante il quale apprendono le conoscenze accumulate in più di un secolo di attività.
La Pasticceria Vigoni, famosa soprattutto per la creazione della Torta Paradiso, propone ogni tipologia di prodotto dolciario, dal cioccolato al gelato, privilegiando i prodotti di produzione propria ai prodotti di terzi.
Nel 2011 è stata inaugurata anche l'attività di ristorazione e banqueting, con la proposta di piatti tipici del territorio rivisitati in chiave moderna.
Nello stesso anno è stata inaugurata anche l'enoteca.

 

Tra shopping e tradizione

La pasticceria Vigoni esiste dal 1878, quando Enrico Vigoni, che aveva imparato a fare il pasticcere a Milano, aprì la sua prima bottega in Strada Nuova. Dopo qualche anno e tanti esperimenti, dal forno della bottega uscì il dolce più celebre di Vigoni, ovvero la Torta Paradiso che tradizione vuole sia nata da una sorta di scommessa. Il marchese Cusani Visconti, infatti, sfidò Enrico Vigoni a ideare un dolce che si mantenesse buono e fragrante a lungo. Il pasticcere miscelò sapientemente ingredienti facilmente reperibili come farina, uova, burro, fecola, zucchero per preparare la famosa torta. Una signora che l’assaggiò per prima esclamò “è un paradiso” e di lì anche il nome fu deciso.

La Torta Paradiso ottenne un importante riconoscimento a Roma nel 1888 e venne premiata anche in occasione dell’esposizione universale di Milano del 1906. Il negozio cominciò a diventare il salotto della città, molto frequentato, ad esempio, dai professori della vicina Università. Ed è ai primi anni del Novecento che risalgono gli eleganti arredi lignei in stile liberty floreale che ancora oggi accolgono il cliente.

Enrico Vigoni morì alla vigilia della prima guerra mondiale nel 1914. Aveva avuto cinque figli, due maschi, morti prematuramente uno di malattia e l’altro in guerra, e tre femmine di cui l’unica nubile, Maria, prese in mano le redini dell’attività paterna.

Pietro Grecchi, dal 1989 direttore di Vigoni, racconta la storia di famiglia e delinea il ritratto della zia Maria: “Possiamo considerarla uno dei primi esempi di imprenditoria femminile ed è grazie a lei se la pasticceria Vigoni ancora esiste. In mano a una donna, la pasticceria è passata indenne attraverso due guerre mondiali. ”

Quando Enrico Vigoni iniziò l’attività, il lavoro era per certi versi molto diverso da oggi, più difficile, basti pensare che per accendere il forno non si poteva girare una manopola, ma era necessario prendere le fascine e alimentare il fuoco, che non c’erano i frigoriferi, non c’era l’energia elettrica, che gli impasti si facevano tutti a mano e che le derrate venivano trasportate sui carretti. Ma, impiego della tecnologia a parte, gli ingredienti della torta Paradiso, il suo tempo di cottura e la sapiente sequenza dei gesti del pasticcere non sono cambiati. Infatti, i gusti della clientela si modificano nel tempo ma non muta la richiesta della buona qualità.

Oggi da Vigoni si entra anche solo per un caffè, cosa che fino agli anni Settanta non era possibile perché allora il caffè nell’abitudine dei più si abbinava alla sigaretta, ma l’odore del fumo non si sposava per niente ai profumi della pasticceria e allora si preferiva non servire il caffè.

Oltre che l’appuntamento quotidiano con il caffè, i clienti di Vigoni sanno che nel corso dell’anno ci sono altri piacevoli appuntamenti che li aspettano in pasticceria, quelli con alcuni dolci stagionali che, al pari della Torta Paradiso, fanno ormai parte della tradizione e della cultura della città di Pavia, come il pesce di aprile, nato dalla volontà di inventare un dolce da vendere nel periodo quaresimale, quando cioè il consumo dei dolci era vietato dalla chiesa. Così Enrico Vigoni si inventò questo pan di spagna “magro”, cioè privo di burro, farcito di marmellata, imbevuto di rhum e ricoperto di pasta di mandorle, modellato a forma di grande pesce e, unico a Pavia, venduto a fette.

Da una decina d’anni a Pasqua si può invece trovare la Colomba di Alboino, cotta senza il pirottino di carta intorno, come si faceva una volta, che ricorda la storia dell’ingresso in città del re longobardo Alboino nel 572. Un altro appuntamento pasquale è l’agnello di sfoglia farcito di crema, iscritto nel registro dei dolci tipici della Regione Lombardia, mentre il 1°di novembre dalle vetrine della pasticceria fanno bella mostra le pangialline, dolci di farina di granoturco che ricordano le origini contadine dei nostri avi. Nel periodo pre-natalizio è invece la volta del Pane di San Siro, un dolce estremamente ricco, proprio come quelli di una volta.

FOTO - Vigoni 1:  Il negozio in una foto degli anni Sessanta

Gli eventi a Pavia

Arte Pubblica - Eventi a Pavia - pavialcentro
da Venerdì 12 Maggio a Martedì 12 Novembre
Arvima

Ciclo di conferenze a cura del Direttore artistico Ar.Vi.Ma Silvia Ferrari Lilienau.Nel corso di cinque conferenze si affrontano le declinazioni dell'arte pubblica dagli anni Trent

Elliott Erwitt. Icons - Eventi a Pavia - pavialcentro
da Sabato 13 Ottobre a Domenica 27 Gennaio
Castello Visconteo

L'esposizione presenta 70 immagini in grado di ripercorrere la carriera di uno dei più importanti fotografi del Novecento.

Inserisci la tua attività

Se sei il titolare di un'attività del centro storico di Pavia interessato a partecipare al progetto compila il modulo.
Compila il modulo per aderire